Come effettuare la potatura delle piante da frutta

Senza alcun dubbio, la potatura delle piante da frutta è necessaria per consentire alle piante di crescere bene. Come è facile immaginare, però, non è affatto semplice riuscire a potare le piante alla perfezione. Una cosa è certa: per potare alla perfezione una pianta da frutto non si deve necessariamente essere esperti nel settore anche se è opportuno avere un minimo di conoscenza delle regole di base necessarie per non sbagliare. Per tale ragione, la cosa migliore è di andare alla ricerca di qualche informazione in modo tale da non sbagliare. Leggendo questo articolo avrete la possibilità di scoprire tutti i trucchi per una perfetta potatura e per rendere sempre più rigogliose le vostre piante, grazie anche ai consigli della sezione di giardinaggio su vivicool.

Piante da frutto: ecco quando potarle

Prima di mettersi all’opera è necessario tenere conto del fatto che i periodi ideali per procedere con la potatura solo l’autunno e l’inverno. In buona sostanza, è preferibile non potare le piante quando sono presenti i fiori e i frutti. Ciò, ovviamente, per evitare che il raccolto vada perduto. Oltre a tenere conto di questa indicazione temporale, è opportuno ricordare che le piante devono essere concimate prima di essere potate sia che si tratti di piante a terra che di piante in vaso. Entrando più nello specifico, è utile tenere conto del fatto che la potatura consiste nell’eliminazione dei rami secchi al fine di rendere la chioma molto più ordinata e, soprattutto, omogenea. La cosa migliore sarebbe quella di eliminare i rami che creano delle biforcazioni e che ostacolano la corretta crescita degli altri rami e, di conseguenza, dell’intero arbusto.

Come tagliare i rami

Per tagliare i rami bisogna ricordarsi di fare un taglio netto. Solo con questa tipologia di taglio si ha la possibilità di lasciare la superficie rigorosamente liscia. Per rendere il taglio perfetto è opportuno attrezzarsi dei mezzi adatti. La cosa migliore consiste nel procurarsi guanti robusti e resistenti, forbici, cesoie e, possibilmente, anche un troncarmi. Ogni attrezzo deve essere sia affilato che disinfettato. Dopo aver effettuato i tagli bisogna sigillare i rami al fine di proteggere la pianta dai parassiti. Insomma, per potare le piante basta tenere a mente qualche semplice consiglio a patto che si abbia il pollice verde. In caso contrario, la cosa migliore sarebbe quella di consultare un esperto del settore in modo tale da non sbagliare. Anche un piccolo errore, infatti, potrebbe compromettere l’intero raccolto.