Che cosa ho imparato sulle piccole attività mentre spalavo la neve

Mentre spalavo dai 20 ai 25 cm di neve, ho cominciato a pensare all’idea di avviare la mia piccola attività. Il processo decisionale che di solito mi accompagna quando pulisco il vialetto d’ingresso di casa è simile alle decisioni che avete bisogno di prendere per cominciare un piccolo business.

Pianificare è importante in ogni impresa

Molte persone cominciano a svolgere un compito e lo portano a termine. Ma alcune decisioni inerenti ad un’attività richiedono di fare un passo indietro e di essere analizzate a fondo. Per usare la metafora della tempesta di neve, invece di spalare il mio vialetto d’ingresso, io avrei potuto decidere di affidare il servizio a un fornitore esterno oppure di delegare il lavoro:

  • assumendo qualcuno con uno spazzaneve
  • assumendo qualcuno che spali la neve dal mio vialetto d’ingresso al posto mio
  • contando su un familiare o un amico che svolga il lavoro per me

Avrei potuto scegliere qualunque alternativa tra queste, ma ho deciso che non era necessario:

  • Ho un vialetto corto e pianeggiante
  • La macchina era posteggiata alla fine del vialetto, perciò non c’era così tanta neve da giustificare il costo di una persona che facesse il lavoro al mio posto
  • I miei nipoti vivono troppo lontano per venire ad aiutarmi in caso di tempesta
  • Sebbene spalare la neve non sia propriamente la mia capacità di punta, è una mansione che sono in grado di svolgere
  • Sono un adulto sano, che potrebbe fare più esercizio fisico.

Ho parecchio lavoro da fare oggi dal mio ufficio casalingo, ma non ho niente di così impellente che 20 minuti da dedicare a spalare la neve non possano interrompere. Così ho deciso di farlo da solo.

Relativamente ad alcune attività commerciali, potreste scoprire che se non siete portati, o comunque avete compiti più importanti da svolgere, dovreste almeno considerare l’opportunità di affidare il lavoro a un terzo oppure delegare.

Dovete avere gli strumenti giusti per svolgere il lavoro

Quest’inverno ho sostituito il mio vecchio cappotto invernale con una nuova giacca calda e impermeabile e dei pantaloni a righe di pile. Avevo già gli stivali, i guanti e un cappello. E avevo anche gli attrezzi necessari come una pala e una spatola per rimuovere il ghiaccio dai vetri della macchina.

Questi sono strumenti basilari che agevolano il lavoro. Siccome questa tempesta portava anche grandine e pioggia gelata, la giacca impermeabile è stata veramente utile. Se avete voglia, o la reale necessità, potete anche dotarvi di attrezzi più grandi, più performanti e che ovviamente costano di più: da uno spazzaneve a uno trattore dotato di pala spalaneve, oppure un attrezzo spazzaneve da montare sul vostro furgoncino. Ma per le ragioni espresse prima, io non ne avevo bisogno.

Per la mia attività da casa però, recentemente mi sono accorto che avevo bisogno di aggiornare i miei strumenti di lavoro. Per la maggior parte del giorno, lavoro al computer, su un netbook 10” che ho comprato quando il mio portatile più grande ha smesso di funzionare.

Per un po’ di tempo ho apprezzato tantissimo la facilità con cui potevo trasportare il mio netbook ogni giorno, specialmente in occasione di conferenze; ma le dimensioni ridotte non erano il massimo. Poi ha cominciato a fare le bizze, la batteria non resisteva più a lungo, internet andava sempre più lento e il cavo di alimentazione aveva un funzionamento incerto.

Sebbene io mi sia occupato del mio vialetto d’ingresso con arnesi piuttosto semplici e a bassa tecnologia, ultimamente ho deciso di aggiornare i miei strumenti di lavoro. Ho approfittato dei saldi e della possibilità di acquistare con pagamenti a rate e sono passato a un portatile Dell da 17”, con sistema operativo MS Windows 8, con un processore veloce e 8 GB di RAM.

Ieri, mentre tenevo la lezione “creare un sito web per artisti”, ho prestato il mio vecchio computer a una ragazza poiché il suo ha smesso di funzionare. Era così piccolo e lento… avevo dimenticato quanto lo fosse. Adoro il mio nuovo computer e mi rendo conto di quanto mi renda possibile lavorare meglio e che avrei dovuto aggiornarmi prima.

Suddividere una consistente mole di lavoro nel tempo e in piccoli step è una saggia decisione

Questa recente tempesta cambiava continuamente da neve a pioggia gelata, ma una notte è caduta molta più neve. A metà mattina, quando il mio bidone della spazzatura era ormai coperto da circa 20 cm di neve e la pioggia gelata sembrava attenuarsi un po’, ho deciso che invece di aspettare che la tempesta finisse del tutto il giorno seguente, l’avrei affrontata.

Sono stato contento di averlo fatto perché mentre finivo di spalare, la grandine e la pioggia gelata hanno ripreso a cadere e la neve era diventata molto più pesante e bagnata.

È necessario essere disposti ad uscire dai binari e cambiare idea.

Lo ammetterò, a metà del lavoro o poco più, non appena la fatica ha cominciato a aumentare, ho visto uno spazzaneve passare in strada. E in quel momento ho deciso di affidare a qualcun altro la parte di lavoro che mi mancava. Gli ho fatto un cenno per fermarlo e gli ho chiesto quanto volesse per finire di pulire il mio vialetto d’ingresso. Mi rispose che era troppo tardi per potersene occupare e che pertanto non poteva esaudire la mia richiesta. Sospirando, ho continuato il mio lavoro.

Ho deciso di spalare piccoli mucchi di neve e non di concentrarmi su tutta la neve che sembrava rimasta. E, a dire la verità, suddividere la mole in quantità più piccole ha fatto letteralmente sì che il lavoro fosse più leggero e più veloce. Infatti, dopo poco, ho finito.

Ora sapete che cosa mi ha insegnato spalare la neve sulle piccole attività commerciali, e valgono per tutti, da una pizzeria ad una gelateria.

Quali sono i migliori trucchi che mettete in pratica per mandare avanti la vostra attività? E se li avete imparati svolgendo compiti diversi da quelli richiesti dal vostro normale impiego, scrivetecelo di seguito nei commenti.